Ogni studente può riconoscere il proprio ruolo, i propri diritti e doveri nello Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria, che rappresenta un fondamentale riferimento normativo per la cittadinanza studentesca, della quale legittima il sistema di rappresentanza e partecipazione.
Il documento, introdotto con il DPR 24 giugno 1998, si ispira ai valori di democrazia e cittadinanza consapevole; i principi generali che esso stabilisce servono da parametri e da riferimenti alle istituzioni scolastiche per articolare, nell'esercizio della loro autonomia, i propri strumenti operativi di programmazione e di gestione.
Il Dirigente Scolastico, nell'esercizio della sua funzione, coordina l’azione di regolamentazione e garantisce l’applicazione nei regolamenti interni dei vincoli e delle tutele statutarie.
Nello Statuto la scuola è: «comunità di cultura, di formazione e di scambio sociale, che si fonda sul rispetto della diversità dei ruoli e sulla valorizzazione delle risorse umane».
 
Scopo dello Statuto è quello di stabilire per gli studenti un sistema equilibrato di diritti basato su regole chiare e condivise. I punti salienti dello Statuto sono:
 
  • diritto degli studenti alla partecipazione responsabile alla vita della scuola (art.2)
  • diritto a una valutazione trasparente e tempestiva (art.2)
  • disciplina del diritto di riunione e di associazione (art.2)
  • dovere di un comportamento corretto e del rispetto di altre componenti della scuola (art.3)
  • responsabilità di rendere accogliente l'ambiente scolastico e averne cura (art.3)
  • trasparenza del sistema delle sanzioni (art.4)
  • provvedimenti disciplinari con finalità educative secondo il principio della riparazione del danno (art.4)
  • diritto alla difesa in caso di sanzioni disciplinari (art.4)
  • la disciplina non può influire sulla valutazione del profitto (art.4)
  • le sanzioni sono sempre temporanee e possono essere convertite in attività in favore della comunità scolastica (art.4)
  • limiti alle sanzioni che comportano l'allontanamento dalla comunità scolastica (sospensione) (art.4)
  • diritto di presentare ricorso contro i provvedimenti disciplinari (art.5)
  • istituzione di un organo di garanzia che può dare parere vincolante sui provvedimenti disciplinari e sull'applicazione dello statuto (art.5)
  • abolizione della bocciatura a seguito dell'insufficienza in condotta (ripristinato) (art.6)
 
Allo Statuto fanno riferimento tutti i Regolamenti d'Istituto delle singole scuole.
Lo statuto è stato modificato successivamente con il DPR del 21 Novembre 2007, n. 235 "Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249,concernente lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria".
 
Il D.P.R. 235/07 inserisce nello Statuto un art. 5 – bis con il quale si introduce il Patto educativo di corresponsabilità, finalizzato a definire in maniera dettagliata e condivisa diritti e doveri nel rapporto tra istituzione scolastica autonoma, studenti e famiglie e il cui obiettivo primario è quello di impegnare le famiglie, fin dal momento dell’iscrizione, a condividere con la scuola i nuclei fondanti dell’azione educativa.

Bando di concorso per il conferimento di n.12 borse di studio offerte dal Comune di Mantova

Il Comune di Mantova offre n.12 borse di studio, del valore di € 1.000 ciascuna, per studenti meritevoli che abbiano frequentato la classe quinta di un Istituto Superiore statale nell’a.s. 2018/2019 superando l’esame di Stato.

Leggi tutto...

Corso di potenziamento delle competenze di base della lingua italiana

COME SI SCRIVE??? CI VUOLE L’APOSTROFO?? SI DICE SAREI O FOSSI???

Per rispondere a queste ed altre domande, per non avere dubbi,…ecco cosa si fa al Liceo Artistico Giulio Romano di Mantova.

Il Liceo artistico ha organizzato, seguendo le direttive ministeriali, un corso di potenziamento delle competenze di base della lingua italiana rivolto agli studenti delle classi seconde, interamente gratuito.

Leggi tutto...

1ª Giornata della Legalità, 6 Dicembre 2018

Il 6 dicembre scorso si è svolta dalle 9 alle 13, presso il Liceo Artistico Giulio Romano di Mantova la 1ª Giornata della legalità di questo anno scolastico dal titolo: Il contratto sociale: regole, diritti e libertà per una convivenza felice” e rivolta agli studenti delle classi prime, seconde e terze dell’Istituto.

La data è stata scelta per celebrare il 70° anniversario sia dell’entrata in vigore della Costituzione della repubblica italiana, sia la promulgazione della DUDU.

Leggi tutto...

Navigazione naturalistica del fiume Mincio - Classe 2LD

Docenti accompagnatori:

Francalanci - Saporito

Giorno: 06/06/2019

 

Hanno il colore delle alghe verdi le acque del fiume Mincio sulle quali la classe seconda - sezione D- ha navigato alla scoperta della riserva naturale, imparando a riconoscere alcune specie animali e vegetali che la popolano. La navigazione è stata organizzata in collaborazione con l’associazione “Alkemica”, con l’intento di promuovere la conoscenza scientifico-naturalistica del territorio mantovano attraverso una lezione “a cielo aperto” e un campo investigativo diretto.

Leggi tutto...

NarrAzioni da giovani a giovani - Di che colore è il tuo Oro

Sabato 25 maggio al Teatro ARISTON gli studenti delle classi 4^, 5^ Audiovisivi, del LICEO ARTISTICO G.Romano con AVIS Comunale Mantova, hanno offerto alla città il risultato di un progetto di collaborazione. 

La rappresentazione in Teatro è stata scelta come modalità di verifica del lavoro svolto. I risultati ben li hanno espressi i ragazzi che con disinvoltura sul palco hanno comunicato i loro cortometraggi e la gioia di fare. Ne è conferma una lettera a firma di uno spettatore riportata sul giornale locale : “Spettacolo avvincente al Teatro Ariston, ha coinvolto emozionato e incuriosito tutta la platea…questi piccoli capolavori visti sul grande schermo, emozionanti…”

Leggi tutto...

Giornata della Memoria al Liceo Artistico Giulio Romano

“Il giardino dei giusti” è un progetto nato dalle idee scaturite dalla lettura di un libro, “Il tribunale del bene”, scritto dal giornalista Gabriele Nissim. Nissim nel suo libro restituisce al mondo la testimonianza di Moshe Bejski, un ebreo polacco sopravvissuto allo sterminio dei campi di concentramento grazie alla “scelta” di un uomo “giusto”: un uomo che ha rischiato la propria vita per salvare quella degli ebrei. Moshe, per ricordare tutti i salvatori degli ebrei, a Yah Vashem, in Gerusalemme, ha realizzato “Il giardino dei giusti”, in cui ciascun albero ricorda un uomo che si è distinto come tale.

Leggi tutto...

Link utili

Torna all'inizio del contenuto